• Admin

Festa in cielo e in terra!

“La musica è capace di aprire le menti e i cuori alla dimensione dello spirito e conduce le persone ad alzare lo sguardo verso l'Alto, ad aprirsi al Bene e al Bello assoluti, che hanno la sorgente ultima in Dio” - Benedetto XVI

Da questa prospettiva particolare, vorremmo raccontare l’esperienza vissuta quest’anno nel Coro del Duomo di Firenze, che ci ha permesso di entrare in alcuni momenti significativi della vita della Chiesa di Firenze:

“Voi, che avete il dono del canto, potete far cantare il cuore di tante persone nelle celebrazioni liturgiche.”

E’ un servizio prezioso, e prezioso non solo per gli altri, per l’Assemblea, ma anche per noi stesse, che ci siamo addentrate nella liturgia,

“La musica che eseguite non è un accessorio o solo un abbellimento esteriore della liturgia, ma è essa stessa liturgia. Voi aiutate l’intera Assemblea a lodare Dio, a far scendere nel profondo del cuore la sua Parola: con il canto voi pregate e fate pregare, e partecipate al canto e alla preghiera della liturgia che abbraccia l’intera creazione nel glorificare il Creatore.”

Non solo, abbiamo scoperto nel coro belle amicizie in un clima di grande accoglienza e fraternità; di passione e professionalità in questo servizio, che traduce in musica il dialogo tra l’uomo e Dio.

Un momento per tutti, che ha rappresentato un grande motivo di gioia e di festa per la Chiesa fiorentina, è stato l’ordinazione di 8 presbiteri domenica 7 aprile. Con il canto del Veni Creator si invoca lo Spirito Santo: è il rito dell’imposizione delle mani sui singoli eletti. E dopo la preghiera di ordinazione, l’unzione crismale, con il canto ripetuto più e più volte come un canone a più voci: Olio che consacra, olio che profuma, olio che risana le ferite, che illumina. Ed è festa, come ha detto il cardinale Betori, del cielo e della terra!

Questa festa ha toccato in modo particolare anche la nostra famiglia, il giorno successivo abbiamo avuto la grande gioia di avere qui tra noi Don Rolando Spinelli che ha celebrato nella nostra comunità la sua prima S.Messa. E ci ha dato una testimonianza di quella semplicità ed affabilità che è tutta degli uomini di Dio, parlandoci di dolcezza, la dolcezza di Dio nell’incarnazione mentre si fa bambino per noi, la dolcezza di un amore che arriva ad attraversare la Pasqua. E ci ha parlato di gioia: “Rallegrati, piena di Grazia! il Signore è con TE!” Gioia tanto più grande perché si è unita al rinnovo dei voti di Suor Marina nella nostra comunità.

“Siamo chiamati, ciascuno di noi al suo posto e con le proprie capacità, a collaborare con il grande Maestro nell’eseguire il suo stupendo capolavoro. Nel corso dell'esecuzione ci sarà poi anche dato di comprendere man mano il grandioso disegno della partitura divina”

“Possiamo insieme costruire un mondo nel quale risuoni la melodia consolante di una trascendente sinfonia d’amore” -  Benedetto XVI

Marta

3 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now