• Admin

Mi hai chiamato, ho risposto

Domenica 21 aprile, Firenze, alla scoperta della bellezza che nasce dalla fede cristiana.

Un concentrato di vita, VITA, tutti i giovani della Toscana provenienti dalle realtà più diverse riuniti qui a Firenze per un pellegrinaggio della Fede, molto speciale.

Inizio nel giardino del convento francescano di Monte alle Croci: e già qui, il solo luogo, che si apriva a una veduta dall’alto di tutta Firenze, il verde splendente e gli alberi in fiore, solo questo già parlava di Terra Promessa! In più aggiungi tutta la fraternità, l’allegria dei balli e dell’animazione assieme ai ragazzi della Gi. Fra., Gioventù Francescana. Ballando e ridendo grazie alle magie di mago Leo, ci siamo tuffati dentro lo Spirito di questa giornata: LA VITA NUOVA IN CRISTO.

Questa vita nuova, è una vita bella, e ci viene donata con il Battesimo, un Dono d’amore da riscoprire.

Mediante il Battesimo, che ci genera a vita nuova, lo Spirito Santo prende dimora in noi e infiamma la nostra mente e il nostro cuore: è Lui che ci guida a conoscere Dio e ad entrare in amicizia sempre più profonda con Cristo. È lo Spirito che ci spinge a fare il bene, a servire gli altri, a donare noi stessi. – Benedetto XVI

A mezzogiorno la Celebrazione Eucaristica con Mons. De Vivo, poi, dopo un pranzo al sacco seduti sull’erba, ci siamo diretti a gruppi capeggiati da grandi bandiere colorate verso punti diversi della città: Chiese-cuore della fede fiorentina, in cui abbiamo ascoltato delle catechesi su Fede e vita, la nostra vita.

Tutto per preparare il momento clue della giornata: al Battistero abbiamo fatto Memoria del nostro Battesimo. È possibile dischiudere dal di dentro di noi questo Dono, per farlo fiorire nelle proprie scelte e nella propria vita, con una risposta del tutto personale. Ecco che si risveglia il desiderio di questa vita!

Scommettete su ideali grandi, quegli ideali che allargano il cuore, quegli ideali di servizio che renderanno fecondi i vostri talenti. La vita non ci è data perché la conserviamo gelosamente per noi stessi, ma ci è data perché la doniamo. Cari giovani, abbiate un animo grande! Non abbiate paura di sognare cose grandi!- Papa Francesco

Questa risposta coinvolge le persone che ci circondano, tutta la realtà in cui siamo e che con trepidazione sono in attesa di un vento di fiducia, allegria, di rapporti veri, di un senso per la propria vita.

La preghiera conclusiva a Santa Maria Novella, con il Card. Giuseppe Betori, ha messo l’accento proprio su questo spirito missionario, a partire da un rinnovo della nostra Professione di Fede.

Lasciatevi condurre dalla forza dell’amore di Dio, lasciate che questo amore vinca la tendenza a chiudersi nel proprio mondo, nei propri problemi, nelle proprie abitudini; abbiate il coraggio di “partire” da voi stessi, per “andare” verso gli altri e guidarli all’incontro con Dio. – Benedetto XVI


Marta

1 visualizzazione
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now