• Admin

Rilassati in Dio

Ricorre oggi una memoria molto cara al Carmelo in particolare di Firenze: S. Maria Maddalena de' Pazzi, e la

sua esperienza di Dio come amore infuocato, esperienza che le ha fatto toccare e descrivere le realtà studiate dai grandi teologi. Ella le esprime come in un canto d'amore, con un linguaggio ricco di immagini, che le è caratteristico.


"O felice quell'anima che sta unita con te, Verbo, e che si pasce e si nutre di te, Verbo, e non trova quiete e non si contenta se non in te, Verbo. Solo l'amore di te, Verbo, ci può far quiete, perchè siamo creati per amare e possedere te".

(Dai Colloqui)


Tra i grandi temi della Santa, c'è la Relassazione, e dunque l'invito che cogliamo: di rilassarci in Dio. Nei nostri cammini umani e spirituali a volte tortuosi, a volte combattuti, felici e meno felici, dove ci sforziamo in tutti i modi di ottenere qualcosa dalla preghiera...sentire qualcosa, capire. Ella ci propone un'altra prospettiva, ovvero di arrenderci al suo amore, in un atteggiamento di completo abbandono. Ricorda molto l'abbandono cieco e pieno di fiducia, come del bambino in braccio a sua madre, di S. Teresa di Gesù Bambino. Sembra un ingrediente fondamentale nell'esperienza di queste donne completamente conquistate dall'amore. L'amore relassativo è l'amore di chi consegna tutto il proprio essere al Signore. Come "fare il morto" quando al mare invece di nuotare, si sta semplicemente fermi a galla e ci si lascia cullare e trasportare dalle onde. In questo stato di relassazione dell'anima, è allora il Verbo stesso che opera. E allora, solo Dio basta.


"Sei pur mirabile, o Verbo, nello Spirito santo, a fare che esso infonda se stesso

nell'anima, per la quale infusione essa viene ad unirsi con Dio, concepisce Dio, gusta

Dio, non si diletta altro che di Dio."


"Il movente Spirito è in sè la sostanza del Padre e la sostanza del Verbo; e va partendosi dell'essenza del Padre, dal compiacimento del Verbo, e viene come fonte diffondendosi nell'anima e l'anima si annega in lui".

(Manoscritti II, p. 622)


In questa unione dell'anima con Dio, grazie al dono dello Spirito Santo, possiamo dunque finalmente rilassarci, e rimanere nell'amore.


sr Marta

70 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now