• Admin

Rinnovo dei voti religiosi

A te, Signore, offrirò un sacrificio di ringraziamento.

12 e 15 Settembre 2020 ... giorni “feriali” come tanti, ma in questo mese, hanno assunto per la nostra famiglia religiosa, un volto del tutto speciale.

Il rinnovo dei voti religiosi di povertà, castità e obbedienza è una conferma, proprio nella quotidianità, della scelta di fede, del proprio sì di donare al Signore e agli altri la propria vita.

Far entrare il Signore nelle nostre giornate, donare la vita, non sono scelte impossibili o incompatibili con il nostro tempo. Alcune volte “dargli carta bianca” può farci paura è vero, ma questo accade perché ci dimentichiamo che: “noi siamo, benché molti, un solo corpo: tutti infatti partecipiamo all’unico pane”, è nella comunione con gli altri che possiamo rispondere con coraggio e con ardire al Signore, e di farlo con la parola e con la vita, perché sono felice e perché ho alle spalle la mia famiglia, la Chiesa.

Quando mi slancio in questo sì, quando vedo che fa aderire sempre più la mia vita alla Parola e la Parola alla vita, e quando vedo che gli altri trovano frutti buoni nella mia esistenza, allora sgorga spontaneamente un canto di ringraziamento perché non è frutto della mia fatica, ma dei benefici che il Signore mi ha concesso, della sua fedeltà.

Anche noi, unite alla nostra famiglia religiosa, con profonda gratitudine, desideriamo rendere grazie al Signore, facendo nostre le parole del salmo 115, innalzando, così, a Dio il nostro canto di lode:


“Che cosa renderò al Signore, per tutti i benefici che mi ha fatto?

Alzerò il calice della salvezza e invocherò il nome del Signore.

Adempirò i miei voti al Signore, davanti a tutto il suo popolo.

A te offrirò un sacrificio di ringraziamento e invocherò il nome del Signore”.


Suor Giada Maria, suor Mariam e suor Dina







40 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now